Scarperia, 26 ottobre 2019 – Si è conclusa ufficialmente la stagione 2019 del Ferrari Challenge che, sul circuito del Mugello, ha decretato i campioni delle serie Europe, North America e Asia Pacific. Le gare del monomarca del Cavallino Rampante, sono state intervallate dalle sessioni di F1 Clienti e dei Programmi XX, con oltre 170 vetture scese in pista. Al termine della giornata, all’interno del paddock, si sono svolte le premiazioni dei campioni che si sono imposti nelle classi in cui si articolano le serie.

CHALLENGE EUROPE: la seconda gara del weekend del Mugello del Ferrari Challenge Europe è stata segnata da ben tre interventi della Safety Car dovuti ad altrettanti contatti tra i piloti. Ad imporsi, al termine di una corsa molto tesa, è stato Niccolò Schirò. Il successo finale del Trofeo Pirelli è comunque andato a Louis Prette, che si era presentato al Mugello in testa alla classifica, con tre punti di margine proprio su Schirò. Sul podio toscano, Bjorn Grossmann e Adam Carroll, autore del giro più veloce.

Nel Trofeo Pirelli Am, Emanuele Maria Tabacchi si è imposto anche in Gara-2, seguito da Johnny Laursen e Frederik Espersen. Per il pilota italiano, al debutto nella serie, quella di oggi è la settima vittoria in campionato. Con i giochi per il titolo già decisi in Gara-1, la vittoria nella Coppa Shell è andata a James Weiland davanti a Thomas Gostner ed Ernst Kirchmayr. Nella Coppa Shell Am, Henrik Jansen concede il bis e grazie alla seconda vittoria al Mugello si laurea campione della categoria, approfittando anche dell’uscita di scena della leader Agata Smolka in seguito ad un incidente con Corinna Gostner. Completano il podio Invgar Mattsson e Alexander Nussbaumer.

CHALLENGE NORTH AMERICA: il confronto nel Trofeo Pirelli tra Cooper MacNeil e Benjamin Hites ha caratterizzato tutta la stagione della serie americana ed è continuato anche in occasione dell’ultimo appuntamento del 2019. I due si sono divisi titolo e gara con il cileno vincitore della corsa, mentre MacNeil ha bissato il successo conquistato nel 2018. Ad accompagnare i due rivali sul podio del Mugello, Ross Chouest.

Nel Trofeo Pirelli Am, John Megrue si è imposto davanti a Brent Holden e Dave Musial, al termine di una gara molto concitata che ha consegnato il titolo a Neil Gehani, nonostante un drive-through che ne ha condizionato la corsa. Gehani ha concluso la stagione a pari punti con Ziad Ghandour ma grazie alla classifica avulsa è il nuovo campione.

Nella Coppa Shell Brian Davis ha festeggiato sul gradino più alto del podio grazie ad una prestazione brillante che gli vale l’ottavo posto nell’ordine di arrivo assoluto. Alle sue spalle Lance Cawley e Clauder Senhoreti. Brad Horstmann ha potuto festeggiare tanto la vittoria in gara quanto quella nella Coppa Shell Am. Jay Schriebman, in testa alla classifica prima dell’ultimo semaforo verde, non è riuscito a respingere l’assalto del rivale, lasciando così a Horstmann il titolo. Chiudono sul podio Mark Davies e Lisa Clark, vincitrice della Ladies’ Cup.

CHALLENGE ASIA PACIFIC: l’ultima gara della serie Asia Pacific ha assegnato l’unico titolo ancora vacante, quello della Coppa Shell. Ad essere incoronato campione è Makoto Fujiwara, primo sotto la bandiera a scacchi in una corsa condizionata da incidenti e dall’ingresso in più occasioni della Safety Car. Il giapponese ha preceduto sul traguardo il suo diretto rivale, Kazuyuki Yamaguchi e il coreano Jay Park.

Nel Trofeo Pirelli Am, Philippe Prette ha saputo mantenere la prima posizione fino al traguardo dopo essersi difeso dai tentativi di attacco di Go Max, vanificati anche dall’ingresso della Safety Car che ha congelato le posizioni fino alla bandiera a scacchi. Terzo ha chiuso Nobuhiro Imada.
Ray Wu, invece, chiude in bellezza la stagione della Coppa Shell Am, imponendosi meritatamente. Dietro al cinese sono classificati Atsushi Iritani e Kent Chen.

PROGRAMMA: dopo aver assegnato i titoli delle serie continentali, l’attenzione è già rivolta alle Finali Mondiali, l’appuntamento che laureerà il campione del mondo del monomarca del Cavallino Rampante. Il programma prenderà il via alle 9:00 con la Finale Mondiale della Coppa Shell Am, cui seguirà alle 10:35 quella della Coppa Shell. Alle 12:55 partiranno i trenta minuti che consegneranno l’alloro mondiale ad uno tra i piloti del Trofeo Pirelli e Trofeo Pirelli Am. Alle 13:55 il momento clou, con il Ferrari Show che proporrà una spettacolare esibizione delle monoposto della Scuderia Ferrari e delle 488 GTE e GT3 che stanno scrivendo la storia nelle Competizioni GT.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata