Russi (Ra), 9 novembre 2020 – Sigma 4 si proietta verso il futuro. Raddoppio dei livelli produttivi, ulteriore innovazione tecnologica sui propri prodotti, rafforzamento sul mercato estero. Sono questi alcuni dei principali obiettivi che l’azienda romagnola, leader in Italia nella progettazione e produzione di caricatori frontali e attrezzi al servizio del mondo agricolo, si è prefissata di raggiungere, forte delle proprie capacità, del bagaglio tecnico a disposizione e delle competenze produttive, che si intrecciano con i positivi stimoli portati dalla proprietà della famiglia Morra, subentrata alla guida dell’azienda nella scorsa primavera.
 
“Siamo carichi – sottolinea l’Amministratore Unico, Alberto Tavani – e pronti a un ulteriore cambio di passo. Nonostante il terribile periodo che stiamo vivendo a livello globale a causa dell’emergenza sanitaria, stiamo reagendo con forza e determinazione, premiati dalla fiducia della nostra clientela che ci ha aperto la prospettiva concreta di arrivare al raddoppio della produzione entro la metà dell’anno prossimo. Numeri raggiungibili attraverso l’affidabilità e duttilità dei nostri servizi e prodotti, sempre più all’avanguardia tecnologica grazie agli investimenti crescenti in ricerca e sviluppo, con una progettazione mirata capace di rispondere in maniera puntuale e tempestiva alle esigenze del mondo agricolo: la mission della nostra azienda da più di 40 anni. E tutto ciò allarga ulteriormente i nostri orizzonti a livello globale, per puntare a radicare e qualificare la nostra presenza all’estero, ampliandola anche oltre i 50 mercati dove oggi siamo già presenti, dal Sud Africa all’Europa, dalla Nuova Zelanda al Cile. Il nostro team è preparato e pronto a queste nuove sfide, e l’avvento della nuova proprietà che ha inteso investire sulla nostra realtà, non può che garantirci uno stimolo per alzare ulteriormente l’asticella”.
 
Eima Digital, in programma dall’11 al 15 novembre su piattaforma web, sarà la prima e più immediata occasione per “cliccare” sulla realtà Sigma 4, dove le parole d’ordine sono come sempre progettare, sperimentare e promuovere nuovi strumenti per il mondo agricolo. Obiettivi che, dalla fondazione dell’azienda nel 1975, si aggiornano grazie al prezioso e costante lavoro di sviluppo tecnologico che, unito allo spirito del buon artigiano, alla passione per la qualità e l’eccellenza, permettono di garantire prodotti semplici nell’utilizzo e affidabili, capaci oggi di adattarsi al 95% dei marchi di trattori in produzione sui mercati internazionali.
 
Il cuore della produzione di Sigma 4 rimangono le linee di caricatori frontali, comparto in cui l’azienda di Russi (Ravenna) è riconosciuto leader a livello nazionale: i differenti sistemi di livellamento proposti – manuale, autolivellamento meccanico e autolivellamento idraulico -, l’efficiente, pratico e sicuro sistema di aggancio/sgancio rapido del trattore, Velotak, progettato in casa, e le fiancate fisse, che “cucite su misura” per ogni modello di trattore sono punto di riferimento del mercato, sono solo alcuni degli elementi distintivi che garantiscono il successo di un’offerta curata nei minimi dettagli e di facile manutenzione.
 
Ai caricatori frontali, Sigma 4 unisce, inoltre, una gamma di prodotti capaci di rispondere alle diverse esigenze del lavoro agricolo. Le lame apripista per trattrici cingolate, le livellatrici e i retroescavatori fissi e traslabili ampliano un’offerta che per completarsi non può prescindere dagli attrezzi terminali: benne e forche dotate anche di funzioni idrauliche e aggiuntive, professionali e specializzate per ogni impiego nell’azienda agricola.
 
Ma Sigma 4 non si accontenta. Non si ferma. Anzi: rilancia. Con una mission aziendale consolidata e ben delineata. Con obiettivi specifici. Con nuove e avvincenti sfide. Oggi come ieri. Alla carica verso il futuro. Un futuro che sarà già presente negli imminenti contesti fieristici internazionali, dove l’azienda romagnola preannuncia importanti novità di prodotto da toccare finalmente con mano. Non resta che agganciarsi con fiducia a Sigma 4: the loader alza la mira.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata