Ariccia (Roma), 19 gennaio 2020 – L’E-Prix del Cile, quarta prova del Campionato FIA Formula E, si chiude con un bilancio soddisfacente per Mahindra, che sfiora il podio ottenendo il quarto posto con Pascal Wehrlein.

Il pilota tedesco è andato forte durante tutto il week end, fin dalle prove di qualificazione, conquistando l’accesso alla super pole, dove ha ottenuto il terzo tempo che gli ha permesso di partire in seconda fila.

In gara, ha provato a sfruttare tutte le chance possibili per salire sul podio, rimanendo a lungo in seconda posizione nella prima parte della competizione.  Alla fine la quarta posizione ottenuta, testimonia ugualmente la crescente competitività della monoposto Mahindra e fa ben sperare per i prossimi appuntamenti. A cominciare dall’E-Prix del Messico, che si svolgerà tra un mese, il 15 febbraio.

Jérôme D’Ambrosio invece,  dopo le due super pole e i primi punti conquistati nel doppio appuntamento in Arabia Saudita, non ha concluso la gara a Santiago del Cile, a causa di problemi tecnici che lo hanno afflitto fin dalle  prove. Un vero peccato, perché era riuscito a rimontare a ridosso della zona punti, prima del ritiro. Il pilota belga conta di rifarsi a Città del Messico, dove la scorsa stagione le due Mahindra ottennero un quarto e un sesto posto.

Il team indiano quest’anno ha apportato molti cambiamenti, soprattutto all’organigramma dello staff tecnico e alla metodologia di lavoro; è lecito aspettarsi costanti miglioramenti gara dopo gara.

Mahindra è alla sua sesta partecipazione nel Campionato FIA Formula E, fin dal debutto della serie e finora ha ottenuto 3 vittorie, 15 podi, e 6 pole-position classificandosi al terzo posto Piloti e Costruttori come miglior risultato assoluto.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata