La vicinanza della nuova struttura ad altri insediamenti e campi prova di John Deere permetterà agli sviluppatori di trasferire più facilmente i loro progetti dalla carta alle prove in campo. John Deere ha recentemente inaugurato la sua nuova struttura ISG (Intelligent Solutions Group) nello Iowa centrale. L’impianto di Urbandale, sviluppato su una superficie di oltre 40 mila metri quadrati, è dedicato al problem solving tramite tecnologie, scambio di informazioni, test e ricerche per tutti i prodotti e servizi di precision farming John Deere. Nella nuova struttura opererà lo staff di John Deere ISG, che da oltre 25 anni sviluppa tecnologie avanzate che includono automazione, connettività, visione computerizzata, robotica e sensori, incorporate nelle proprie macchine e attrezzature agricole.

“Trasferendo i nostri team di sviluppo nel cuore del territorio siamo nella posizione ideale per essere vicini alle sfide dell’agricoltura che John Deere opera attivamente per vincere a beneficio dei nostri clienti”, ha dichiarato John Stone, senior vice president di John Deere Intelligent Solutions Group. “La nostra nuova struttura ISG a Urbandale sottolinea ulteriormente il ruolo di leader tecnologico di John Deere, evidenziandone l’impegno sia sul fronte dell’agricoltura che su quello della tecnologia anche grazie alla nostra forte presenza tecnologica nel Midwest.”

All’interno della nuova struttura, afferma Stone, John Deere ha lavorato con attenzione per creare uno spazio di lavoro collaborativo e inclusivo per i dipendenti tramite ambienti di lavoro aperti. “Si tratta di una distribuzione degli spazi efficiente ed economica”, ha in particolare spiegato Stone. Le pareti della sala conferenze sono realizzate in tessuto riciclato, per ridurre il conferimento degli scarti in discarica, e legno ricavato da boschi gestiti in modo sostenibile. Nel caso in cui le esigenze di distribuzione degli spazi dovessero mutare in futuro, questo ci consentirà di riconfigurare facilmente le pareti per creare una nuova articolazione degli ambienti. Intorno alla nuova struttura i campi di soia, mais, cotone, avena e girasoli, piantati all’inizio dell’anno, di quella che ISG chiama Front 40 Farm.

“La Front 40 Farm offre ai dipendenti che non sono cresciuti in una azienda agricola un esempio del ciclo di vita delle colture e del risultato finale di ciò che i nostri clienti producono. È una sorta di promemoria quotidiano del motivo per cui il loro lavoro è importante e dei clienti per cui lavorano”, ha affermato Stone. “La vocazione di John Deere è quella di introdurre sul mercato innovazioni significative, e questa nostra ultima espansione riflette il nostro costante impegno in questo senso. Poter essere facilmente in diretto contatto con i nostri clienti ci permette di avere una migliore comprensione di ciò che è veramente necessario per rendere più facile e preciso il difficile lavoro degli agricoltori. E queste conoscenze sono direttamente travasate in ogni prodotto che sviluppiamo”. Stone ha sottolineato che con l’apertura della nuova struttura di ISG John Deere prevede di creare nuove richieste di lavoro nel Midwest e nella Silicon Prairie.

“I dipendenti John Deere che lavorano nell’ambito dello sviluppo tecnologico stanno apportando un contributo davvero importante nel garantire il sostentamento di una popolazione mondiale in continua crescita”, ha concluso Stone. Traguardi e innovazioni di ISG Prima mappatura del raccolto John Deere Maps Yield – 1994 Primo ricevitore StarFire John Deere – 1999 Trasferimento di ISG da Moline, Illinois, a Urbandale, Iowa. Primo display GreenStar 2600 – 2002 25° anniversario di ISG – 2018.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata