Dal centro di Bobbio fino al Passo Brallo di Pergola e rientro a Santa Maria lungo i tornanti e i paesaggi da sogno dell’alta Val Trebbia, in sella alle rombanti due ruote d’epoca. E’ stata una domenica di relax e di emozioni quella organizzata dal Club Veicoli Storici di Piacenza che ha ospitato, domenica 30 giugno, sulle strade bobbiesi una trentina di moto provenienti oltre che dallo stesso sodalizio, dal Moto Cub “Tarquinio Provini” di Piacenza e dal parmense da dove è arrivata, tra le altre, la Moto Guzzi del 1924 di proprietà Pizzelli (la prima moto nella storia a raggiungere la vetta del Penice), che insieme ai due modelli di Bianchi Giubileo, è risultata la più ammirata del raduno.

“Una giornata meravigliosa e una manifestazione davvero molto sentita dagli amanti delle due ruote – afferma Bruno Francesconi del Club Veicoli Storici di Piacenza – anche nel ricordo della prestigiosa gara che su queste strade si svolgeva anni fa. E’ un onore, oltre che un piacere, mantenerne vivo il ricordo. Credo che sia stata una bella sorpresa per tutti i partecipanti”.

L’attenzione del Club piacentino si sposta ora sul Trofeo Renati, il grande appuntamento del 28 luglio che vedrà in azione le 4 ruote d’epoca nelle stesse zone toccate dalla rievocazione per moto appena conclusasi. Il Trofeo è una manifestazione di regolarità non competitiva per auto storiche con rilevamento di passaggio. A fare da gustoso antipasto, sabato 27 luglio è in programma, sempre con organizzazione CVSP-PC, il raduno di supercar, che si snoderà in Val Tidone per poi approdare a Bobbio, sede e base logistica del Trofeo Renati.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata