Dopo aver vinto il premio come migliore attore protagonista all’ultimo David di Donatello con “Veloce come il vento”, il film di Matteo Rovere ambientato negli ACI Racing Weekend, Accorsi è pronto a vestire i panni del pilota non solo sul set. Lo rivela oggi in un’intervista sul Corriere della Sera.
Il fascino del circus tricolore degli ACI Racing Weekend deve averlo stregato. E gli insegnamenti del pluricampione italiano Rally e pilota ufficiale Peugeot, Paolo Andreucci, lo avranno fortificato nelle capacità di guida non solo per le scene di azione di “Veloce come il vento”, il film di Matteo Rovere ambientato nelle corse in pista nazionali.

Perché Stefano Accorsi, migliore attore protagonista all’ultimo David di Donatello proprio grazie all’interpretazione di Loris De Martino, ex pilota di rally e fratello mentore di Giulia, pilota di GT interpretata da Matilda De Angelis, è pronto a lasciare la finzione per la realtà.

Continuando a vestire casco e tuta, questa volta da vero pilota, nel TCR Italy, il Campionato Italiano indetto da ACI Sport per le vetture Turismo elaborate da oltre 300 CV. Un po’ come se Sylvester Stallone, dopo il pluripremiato Rocky, avesse deciso di salire sul ring ed indossare i guantoni per dare di boxe davvero. Una sorta di sublimazione del metodo Stanislavskij, un processo di personificazione perfetto. L’attore bolognese sarà in gara con una Peugeot 308 Racing Cup di classe TCT, alternandosi alla guida con Massimo Arduini, pilota e coach driver di Stefano Accorsi anche durante le riprese del film.

“Il fatto è che adoro le sfide – si legge nell’intervista pubblicata oggi sul Corriere della Sera – Per carità, amo fare l’attore, però esplorare altri territori mi entusiasma, mi mette addosso una tensione positiva. È successo tutto quasi per caso. Con Massimo Arduini, che di titoli ne ha già vinti quattro, siamo andati qualche giorno in pista ed ho incominciato a girare. E Arduini, con il quale mi alternerò alla guida della Peugeot ufficiale, mi disse: prova un po’, se sei predisposto i risultati arriveranno. Dal puro divertimento siamo passati poi ai test veri e propri, agli allenamenti per prendere la licenza nazionale C per correre in pista e ora eccomi pronto a debuttare nel Campionato. Proveremo a coinvolgere anche Paolo Andreucci. Magari riuscirà a fare qualche gara”.

L’appuntamento per vedere in pista Stefano Accorsi e la Peugeot 308 Racing Cup è al weekend del 7 maggio nell’autodromo di Adria, per la tappa inaugurale del TCR Italy.

 

LA PROSSIMA STAGIONE DEL TCR ITALY TOURING CAR CHAMPIONSHIP – TROFEO NAZIONALE TCT

Adria                     7 maggio             TCS F4

Misano                4 giugno              SPRO TCS  GT

Monza                 18 giugno            SPRO   GT

Mugello               16 luglio               SPRO TCS F4 GT

Imola                    10 settembre    TCS F4 GT

Vallelunga          24 settembre    SPRO   GT

Monza                 22 ottobre          TCS F4

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata